Copyright 2019 - Custom text here

Presepio 2018

Il tradizionale Presepe al Convento dei Frati Cappuccini

La Chiesa quando celebra il Natale non vuole celebrare il compleanno del Bambino Gesù. Ciò che vuole fare è rendere presente per noi, nella forza dello Spirito Santo, la grazia della venuta di Cristo.

Celebrando la liturgia del Natale, l’evento del passato (la Manifestazione del Figlio di Dio) diventa presente nell’oggi della nostra vita !
Nella liturgia del Natale la Chiesa non dice “Duemila anni fa è nato Gesù !”. Niente di tutto questo ! Ciò che dice è “Rallegriamoci tutti nel Signore perché è nato nel mondo il Salvatore. Oggi la vera pace è scesa a noi dal cielo !”.

In Gesù, tutto ciò che Dio ha sognato per noi si è realizzato in modo pieno, unico, assoluto, completo e definitivo !

Celebrando allora le sante feste del Natale, celebriamo la manifestazione del Salvatore nel nostro oggi, nella nostra vita, nel nostro mondo !
La liturgia ha questa caratteristica: nella forza dello Spirito Santo rende presente realmente, davvero, quell’evento avvenuto nel passato. Non è una ripetizione dell’evento, né un ricordo ! È invece quello che la Bibbia definisce memoriale, ovvero rendere presenti gli atti di salvezza di Dio !

 



f t g m

2bottom

1bottom

3bottom